Image

The Happy Prince

    di by Rupert Everett
    con with Rupert Everett, Colin Firth, Edwin Thomas, Colin Morgan, Emily Watson, Tom Wilkinsos, Miranda Richardson, Beatrice Dalle, John Standing
    sceneggiatura screenplay Rupert Everett
    fotografia cinematographer John Conroy
    montaggio editor Nicolas Gaster
    musica music Gabriel Yared
    scenografia production designer Brian Morris
    costumi costume designer Maurizio Millenotti, Gianni Casalnuovo
    casting casting Celestia Fox
    produttori producers Sébastien Delloye, Philipp Kreuzer, Jörg Schulze, Carlo Degli Esposti, Nicola Serra, Frank Evers
    produzione production Palomar, Maze Pictures, Entre Chien Et Loup
    co-produzione co-production Cine Plus Filmproduktion, Tele München Gruppe, Proximus, Rtbf
    distribuzione distribution Vision Distribution

    Regno Unito United Kingdom
    2018
    105’

    Sinossi

    Nella stanza di una modesta pensione di Parigi, Oscar Wilde trascorre gli ultimi giorni della sua vita e come in un vivido sogno i ricordi del suo passato riaffiorano, trasportandolo in altre epoche e in altri luoghi. Non era lui un tempo l’uomo più famoso di Londra? L’artista idolatrato da quella società che l’ha poi crocifisso? Oggi Wilde ripensa con malinconia alle passioni che l’hanno travolto e con tenerezza al suo incessante bisogno di amare incondizionatamente. Rivive la sua fatale relazione con Lord Alfred Douglas e le sue fughe attraverso l’Europa, ma anche il grande rimorso nei confronti della moglie Constance per aver gettato lei e i loro figli nello scandalo dopo l’estrema condanna per la sua omosessualità. Ad accompagnarlo in questo ultimo viaggio solo l’amore e la dedizione di Robbie Ross, che gli resta accanto fino alla fine nel vano tentativo di salvarlo da sè stesso e l’ affetto del suo più caro amico Reggie Turner. The Happy Prince è un inedito ritratto del lato più intimo di un genio che visse e morì per amore.

    Synopsis

    In a modest hotel room in Paris, Oscar Wilde is spending the last days of his life like in a vivid dream, his past memories resurface, taking him to past times and places. Wasn’t he, sometime before, the most famous man in London? The idolised artist of that society that then had crucified him? Wilde melancholically revisits the passions that has transported him with tenderness and his ceaseless need for unconditional love. He remembered his passionate relationship with Lord Alfred Douglas and his escapes throughout Europe, but also his sense of guilt towards his wife Constance because of the public scandal and shame inflicted on her and her children for his conviction for homosexuality. Robbie Ross is his only love who is taking him with dedication through this final journey and who remains close to him until the end in the vain effort to save Wilde from himself and the affection of his dearest friend Reggie Turner. The Happy Prince is an intimate portrait of a genius who lived and died in the the name of love.

    Dove e quando

    • Lingua: EN / V.O. Sub Ita
    • Sala 1, Cinema Teatro Tasso
    • 21 Aprile – 20.30
    • Ingresso libero
    SCARICA IL PRESSBOOK

    Il regista

    Rupert Everett ha debuttato in teatro nel 1981 nella commedia Another Country. Ha poi ripreso lo stesso ruolo nella versione cinematografica del 1984, Another Country – La Scelta, ottenendo una nomina ai premi BAFTA come Migliore Esordiente Cinematografico. A seguire ha recitato in film come Ballando con uno sconociuto e Hearts of fire. Tra il 1986 e il 1996 e ha preso parte a Gli occhiali d’oro e Cronaca di una morte annunciata, per la regia di Francesco Rosi. Nel 1997, il ruolo di confidente di Julia Roberts in Il matrimonio del mio miglior amico gli ha permesso di ricevere le nomine ai premi Golden Globe e BAFTA.  Inoltre, Everett ha lavorato spesso in teatro: la sua performance in The Judas Kiss di David Hare, nei panni di Oscar Wilde, gli ha permesso di conquistare il premio WhatsOnStage Award come Migliore Attore teatrale nel 2013. Per la televisione ha interpretato Sherlock Holmes e attualmente è impegnato nel ruolo del Dott. Hendrick nella fortunata sitcom, Quacks. Rupert ha scritto due romanzi e due libri di memorie. Nel 2008, il suo documentario The Victorian Sex Explorer ha ripercorso le orme di Sir Richard Burton, scrittore e avventuriero sessuale. Ha curato la serie Love for sale e più recentemente Fifty shades of gay per celebrare il cinquantesimo anniversario della depenalizzazione dell’omosessualità in Gran Bretagna. Esordisce alla regia con The Happy Prince, film su Oscar Wilde in esilio nel quale interpreta anche il ruolo del protagonista.

    Rupert Everett debuted in the theatre in 1981 with the comedy Another Country. He, subsequently, played the same role in the cinematographic version, in 1984, Another Country – La Scelta, gaining a BAFTA nomination for Best Newcomer. Everett acted in the film Dance with a Stranger and then Hearts of Fire. Between 1986 and 1996, he was part of the cast of The Gold Rimmed Glasses and Chronicle of a Death Foretold, directed by Francesco Rosi. In 1997, the role as confident of Julia Roberts, in My Best Friend’s Wedding assured him a nomination at the Golden Globe and BAFTA Awards. Everett has often worked in the theatre, his performance in The Judas Kiss by David Hare, in the role of Oscar Wilde, assured him a nomination at WhatOnStage award as Best Actor In A Play in 2013. For the television, he has played Sherlock Holmes and currently has undertaken the role of Doctor Hendrick in the successful sitcom, Quacks. Additionally. Rupert has written two novels and two memoirs, besides publishing articles. In 2008, the documentary The Victorian Sex Explorer has retraced the footprints of Sir Richard Burton, writer and sexual adventurer. He curated the series Love for Sale and more recently Fifty Shades of Gay to celebrate the 50th anniversary of the  decriminalisation of homosexuality in the UK. He debuts as director with The Happy Prince, a film centred on the exile of Oscar Wilde in which he is also the main character.

    FILMOGRAFIA FILMOGRAPHY

    The happy prince (2018)


    Gallery

    • Placeholder

    • Placeholder