Gli incontri del cinema di Sorrento nascono nel 1963 da una felice intuizione di Pierpaolo Pineschi che fu incaricato dal Presidente dell’Ente Provinciale per il Turismo di Napoli Enzo Fiore di realizzare una manifestazione cinematografica internazionale, con film provenienti da vari paesi del mondo.

Nel 1966 Pineschi, d’accordo con l’Agis, propose la direzione artistica a Gianluigi Rondi, che apportò al format l’originalità della formula monografica, dedicando così la manifestazione ogni anno ad un diverso paese straniero ospite. 

Si iniziò con la Francia ed un presidente d’onore d’eccezione, Réné Clair, guidato nella selezione dei film francesi da Maurice Bessy, che di lì a poco sarebbe diventato il direttore del Festival di Cannes.

Rondi non ritenne opportuno all’epoca far concorrere le pellicole selezionate ad uno specifico Premio, e scelse di realizzare una vetrina non competitiva di film, tutti di uno stesso paese, accompagnati alla kermesse sorrentina dai registi e dai protagonisti delle pellicole in programma, dalle autorità e dai personaggi del mondo della cultura più significativi del paese ospite.

L’incontro con gli autori e con le personalità rese l’evento una vetrina culturale e d’intrattenimento di grande attrattiva e importanza, tra mondanità ed incontri cinematografici tematici.

La location esclusiva ed internazionale, sinonimo anche di divismo, fece poi il resto, trasformando gli Incontri diSorrento, nel corso degli anni, in uno dei momenti più ricercati dal mondo del cinema.

Elia Kazan, John Huston, Martin Scorsese, Michelle Morgan, Jean Paul Belmondo,  Ingmar Bergman, Michelangelo Antonioni, Vittorio Gassman, Vittorio De Sica,  Giulietta Masina, Carol Reed, David Lean, Deborah Kerr, Trevor Howard, Francis Ford Coppola, King Vidor, Sam Peckimpack, William Wiler, Ingrid Bergman, Ingrid Thulin, Max Von Sydow, Liv Ullmann, Jana Brejchova, Andrej Tarkovskij, Volker Schlondorff, Wim Wenders, Rainer Fassbinder, Werner Herzog, Monica Vitti, Virna Lisi, Sofia Loren, Gina Lollobrigida, Alberto Sordi, Vittorio Gassman, Akira Kurosawa, Alessandro Blasetti, Ugo Tognazzi. Questi sono solo alcuni dei nomi che hanno firmato, con la loro presenza, le pagine più esaltanti ed internazionali degli incontri.

A distanza di anni l’obiettivo non è semplicemente quello di replicare un format, ma di ritrovare il piacere dell’incontro e del confronto, insieme alla passione per il cinema, che per anni ha animato la città.