KUREISHI, DE ANGELIS E OZPETEK OSPITI DURANTE L’ULTIMA GIORNATA DEGLI INCONTRI

redazioneInfo

Gli Incontri si chiudono con tre grandi ospiti:
HANIF KUREISHI, EDOARDO DE ANGELIS, FERZAN OZPETEK

Si chiude domenica 22 aprile la quarantesima edizione degli Internazionali del Cinema di Sorrento, che ha celebrato il genere drama con un focus sulla cinematografia del Regno Unito in una cinque giorni di anteprime, panel e incontri con grandi ospiti del cinema e delle serie tv.

La giornata conclusiva propone ancora grandi nomi per gli ultimi due appuntamenti di “Ciak Incontra” a cura del mensile di cinema CIAK. Si inizia domani in mattinata con un incontro tra lo scrittore Hanif Kureishi,  uno degli autori più interessanti della modernità, e il regista  Edoardo De Angelis, attualmente sul set del suo nuovo film Il vizio della speranza, interpretato da Pina Turco, Massimiliano Rossi, Marina Confalone, Cristina Donadio e Marcello Romolo.

L’incontro dal titolo The world below moderato da Piera Detassis, direttore di CIAK (ore 12.00, Chiostro di San Francesco),  sarà incentrato sul tema delle periferie urbane, argomento cardine della produzione letteraria di Kureishi e sapientemente raccontato da De Angelis nei suoi film.

Continua anche il ciclo di proiezioni dedicate al cinema inglese con la retrospettiva “Women in Film”, realizzata in collaborazione con il British Council, con Lady Macbeth di William Oldroyd (ore  17.00, Cinema Tasso).

Chiude il programma degli “Incontri” l’anteprima nazionale di Edie di Simon Hunter, la storia di una donna che in seguito alla morte del marito decide di riappropiarsi della propria vita e del proprio passato compiendo una scalata nelle Highlands scozzesi, un viaggio che da bambina aveva pianificato con il padre senza mai riuscirci (ore 20.30, Cinema Tasso). A presentare il film al pubblico di Sorrento sarà presente il regista Simon Hunter.

Gli Incontri Internazionali del Cinema di Sorrento sono promossi  e sostenuti dal Comune di Sorrento, organizzati da Cineventi con la direzione artistica di Remigio Truocchio, con il sostegno della Regione Campania e in collaborazione con la Film Commission Regione Campania.